Spedire online, Storie e Scenari

Domenico Taverriti /

Conosci i nostri partner: Impact0, come gestire Amazon in modo semplice ed efficiente

Sonja Fuggiano, co-founder di Impact0, ci spiega l’apporto in termini di aumento delle vendite che Amazon può dare a un e–commerce.

Conosci i nostri partner: Impact0, come gestire Amazon in modo semplice ed efficiente

illustrazione di Fabio Massimo De Luca

Da dove nasce il progetto di impact0?

Impact0 nasce da un’idea mia e di Mario, co-founder e direttore operativo di Impact0. Siamo partiti come Amazon Seller e abbiamo frequentato dei corsi relativi alla vendita su Amazon. Dopodiché abbiamo aperto un nostro account e abbiamo iniziato a vendere, prima focalizzandoci solo su un prodotto a marchio nostro, poi affiancando alla vendita di questo articolo in private label anche la rivendita di prodotti di brand noti.

Questo ci ha permesso di fare esperienza, sia lato distributori che lato produttori. Da lì in poi, sempre più aziende hanno chiesto il nostro aiuto, il nostro supporto e le nostre consulenze ed è così che è nato Impact0.

Quali servizi offrite agli e-commerce che scelgono la vostra attività?

Offriamo supporto alle aziende che vogliono sviluppare il loro business su Amazon. Nello specifico, la nostra azienda è suddivisa in 3 macro aree: 

  • La prima area si occupa della creazione del catalogo prodotti 
  • La seconda area si occupa del management,vale a dire gestione delle vendite, della customer care e, più in generale, dell’account Amazon a 360°
  • La terza area si occupa del marketing, quindi gestione del ppc e di tutta la parte strategica relativa allo sviluppo del brand di un’azienda

Quante opportunità ci sono dietro queste piattaforme?

Amazon per le aziende offre tantissime opportunità. Lato produttori si sta concentrando molto sull’aiutare le aziende a far conoscere e sviluppare il loro brand. Riguardo a questo punto, Amazon ha introdotto tantissime novità. Se prima la piattaforma permetteva di sponsorizzare solo i tuoi prodotti, ora essa consente anche di sponsorizzare il tuo brand. Detto in altri termini, Amazon permette di creare una sorta di sito direttamente sulla loro piattaforma e in questo modo aiuta i brand a espandersi.

Rispetto a quanto si è soliti pensare, Amazon offre tantissime opportunità anche ai distributori e permette loro di aumentare le vendite mediante diverse strategie e strumenti. 

Ovviamente, stiamo parlando del marketplace più importante al mondo. Su Amazon, infatti, un brand riesce a raggiungere una visibilità che difficilmente si riuscirebbe a ottenere altrove, se non attraverso enormi investimenti su altri marketplace o sul proprio e-commerce.

Perché un e-commerce dovrebbe vendere anche su Amazon?

Per chi ha un e-commerce, Amazon rappresenta sicuramente una grossa opportunità, io personalmente sono per la multicanalità, lo dico sempre ai miei clienti. La vendita sul proprio e-commerce non esclude quella su Amazon e viceversa. Le due piattaforme possono andare di pari passo e per dimostrare ciò vorrei elencare alcuni dati. 

Secondo un’indagine condotta da Jump Shot, il 50% delle ricerche non parte più da Google, bensì da Amazon. Questo significa che Amazon è diventato una sorta di motore di ricerca.

Un’altro studio, questa volta condotto da Finvisor, ha dimostrato che il 54% delle persone intervistate era più propensa ad acquistare su Amazon piuttosto che su un e-commerce. Questo perché Amazon, nel corso del tempo, è riuscito a ottenere una buona reputazione, sia in termini di affidabilità sia per quanto riguarda la customer care. 

Sempre questa ricerca ha dimostrato anche che su Amazon il tasso di conversione è pari al 13% contro l’1% dell’e-commerce. Quindi Amazon non può che portare beneficio a un e-commerce.

Cosa ti ha lasciato l’evento Netcomm e quanto credi in questi appuntamenti per condividere e generare valore?

Non ero mai stata in Netcomm. Per noi ha rappresentato un’enorme opportunità in termini di relazioni perché abbiamo conosciuto tantissime persone e molte aziende con le quali abbiamo intrapreso nuove collaborazioni. Dall’altro lato, aver conosciuto così tante imprese ha fornito un valore maggiore alla nostra azienda. 

Cosa ne pensi della partnership tra Impact0 e isendu?

Siamo molto contenti. Noi vi abbiamo conosciuto testando in prima persona il vostro servizio e, siccome ci siamo trovati molto bene, da lì in poi abbiamo iniziato a proporlo ai nostri clienti. Ad oggi questa partnership per noi è fondamentale e proponiamo il vostro servizio praticamente a tutti quelli che chiedono il nostro aiuto.

Possiamo dire che il software di isendu si è rivelato una sorta di manna dal cielo per i nostri clienti perché, come vi dicevo, essendo che su Amazon le vendite sono molto numerose, se le spedizioni iniziano a essere molte, i clienti sentono l’esigenza di automatizzare i processi per velocizzare il lavoro e renderlo più fluido.

Inoltre, il vostro servizio ha due grandi valori aggiuntivi. Da un lato l’assistenza clienti, perché siamo sempre stati supportati da voi nel caso ci fossero dei dubbi o delle perplessità. Dall’altro, il fatto che il software sia collegato a Whatsapp ci consente di richiedere un feedback direttamente al cliente (cosa che con Amazon non è possibile fare) e sfruttarlo anche per l’e-commerce.

Domenico Taverriti

Scritto da:

Domenico Taverriti

Community Manager

Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile.