Pagamenti, Vendere online

Eleonora Pellegrini /

Gateway di pagamento: quali sono e come funzionano

Una delle cose che dobbiamo analizzare approfonditamente prima di cominciare, ma anche in corso d’opera, è proprio la grande varietà di gateway di pagamento, ovvero i sistemi di collegamento fra il nostro shop online e il sistema di pagamento scelto dal nostro cliente per concludere la transazione.

Gateway di pagamento: quali sono e come funzionano

illustrazione di Emily Bielski

I gateway di pagamento bancario o con altri operatori sono sempre più diffusi e potrebbe essere complesso scegliere quello più indicato per le proprie esigenze, soprattutto per chi sta decidendo in questo periodo di investire in una propria attività legata alla vendita tramite negozio on line.

Nell’articolo troverai i nostri suggerimenti su come prendere questa decisione in modo accurato e sereno, per partire col piede giusto o per rinnovare il tuo shop online in modo corretto.

Come funziona un gateway di pagamento?

Come dicevamo, i gateway di pagamento online sono numerosi e, generalmente, sono strutturati in modo intuitivo sia per il gestore dell’e-commerce sia per l’utente. Infatti, una delle caratteristiche più comuni dei gateway di pagamento è essere user-friendly.

Per capire meglio come funzionano, vediamo da vicino il processo fase per fase:

  • la fase dell’acquisto da parte del cliente si svolge come sempre: consulta il catalogo prodotti, effettua la sua scelta e si dirige nel carrello per poter concludere l’ordine.
  • Qui dovrà inserire i dati per il pagamento, indicando sia le sue generalità e i dati per la fatturazione ma soprattutto la modalità con la quale intende pagare (carta di credito, e-wallet ecc…)
  • Adesso entra in gioco il gateway di pagamento che raccoglie le informazioni inserite a sistema dal cliente e dopo averle crittografate le invia al processore di pagamento prescelto.
  • In questo modo, il cliente accede all’interfaccia prevista per il metodo di pagamento che ha scelto e in poche mosse potrà completare la transazione.
  • Ultimo step: i dati vengono elaborati, il pagamento viene accettato e il cliente può considerare concluso l’acquisto e tornare sullo shop online per altre spese.  

A prescindere dalla scelta del gateway, noterai che la procedura è pressoché sempre questa. Possono variare alcune piccole cose ma, in generale, le fasi sono quelle che ti abbiamo descritto.

Conoscerle è importante anche per costruire la struttura del workflow in modo fluido e agevole, per poter passare attraverso ogni step in modo scorrevole e dinamico.

Quali sono i gateway di pagamento?

Prima di scegliere il gateway di pagamento online devi conoscere quelli compatibili con la piattaforma che hai scelto per realizzare il tuo e-commerce. Non tutti, infatti, saranno disponibili per la tua piattaforma quindi, prima di procedere, sarà necessario informarsi a riguardo.

Vogliamo rassicurarti però: la maggior parte delle piattaforme supportano i principali gateway senza problemi. Soprattutto se scegli di creare il tuo negozio digitale con WooCommerce, Magento e Shopify.

Come fare a sapere se la tua piattaforma sia compatibile con un determinato gateway di pagamento? È presto detto. Puoi consultare il catalogo della tua piattaforma nella sezione dedicata ai pagamenti.  Lì troverai tutti i riferimenti che ti aiuteranno a decidere.

Qui invece te ne descriviamo alcuni fra i più importanti e sicuramente completi, che potrai integrare subito nel tuo e-commerce.

Stripe

Stripe è una delle soluzioni più famose per integrare diversi sistemi di pagamento nel tuo shop online. Avere a disposizione diverse opzioni rende il tuo e-commerce più appetibile. Puoi usare Stripe anche se hai un’app o un marketplace.

Ha un’API unificata e diverse opzioni extra. La Dashboard è semplice e intuitiva, le aziende che scelgono Stripe possono attivare o disattivare facilmente diversi tipi di pagamento in pochi step.

Ma cosa succede se abiliti più valute per le opzioni di pagamento contemporaneamente? Molto semplice: Stripe crea saldi separati per ogni valuta e invia i pagamenti a conti diversi, ciascuno associato a una valuta. Se invece preferisci avere tutto su un conto unico, Stripe provvederà a convertire i pagamenti nella valuta del tuo conto.

Inoltre, in Stripe la PSD2 e la Strong Customer Authentication (SCA) sono conformi agli standard UE ed è disponibile in 30 paesi con licenze per trasmettitori di denaro negli Stati Uniti, AFSL in Australia, licenza E-Money in Europa e MSB registrato in Canada.

Anche le commissioni sono competitive: 2.9% + 30 ¢ per importo delle transazioni con carta di credito negli Stati Uniti, + 1% quando si accettano carte internazionali.

PayPal

Insieme a Stripe, PayPal è decisamente uno dei più famosi gateway di pagamento su scala globale. Uno dei motivi per i quali è così famoso è la facilità con la quale è possibile usarlo e integrarlo nella propria piattaforma di vendita. Inoltre, gestisce senza problemi anche pagamenti occasionali, fatturazioni e abbonamenti ricorrenti.

Due funzionalità sono particolarmente interessanti se gestisci un e-commerce: PayPal Pagamenti Standard e Checkout espresso PayPal. Nel primo caso, il cliente crea un ordine sul tuo shop online, lo personalizza con le sue scelte e poi viene reindirizzato su PayPal per effettuare il pagamento. Nel secondo, invece, il cliente atterrerà direttamente su PayPal per autorizzare l’addebito e concludere l’acquisto.

Ecco, infine, una stima dei prezzi:

  • PayPal Pagamenti Standard: 2.9% + 30 ¢ per transazione; ci sono sconti di volume se si elaborano molti pagamenti
  • Pagamento express PayPal: 2.9% + 30 ¢ per transazione
  • PayPal Payments Pro: 2.9% + 30 ¢ per transazione; più $ 30 al mese

Payline

Una delle caratteristiche più apprezzate di Payline è la chiarezza delle tariffe e della gestione delle transazioni. È un gateway di pagamento particolarmente adatto a chi accetta soprattutto carte di credito, perché gli addebiti avvengono in base alle commissioni di ogni transazione associate a ciascuna carta.

Per usufruire di Payline è necessario attivare un account commerciante separato e le impostazioni iniziali richiedono diversi passaggi. Questo lo rende un gateway molto quotato ma più che altro da aziende consolidate e che hanno una struttura ben definita e di lunga data. I prezzi sono chiari, come dicevamo, perché per ogni transazione viene addebitato un costo diverso a seconda della carta di credito specifica che stai elaborando e, se hai dei volumi abbastanza elevati, è possibile negoziare la percentuale di commissione. Inoltre, c’è una commissione di circa 10$ al mese per rinnovare l’account e mantenerlo attivo.

2Checkout

2Checkout è un gateway attivo in oltre 180 paesi, una soluzione completa che si appoggia a una struttura molto avanzata in cui, attraverso una sola dashboard, si possono gestire sia l’attività degli e-commerce che altre opzioni finanziarie aziendali.

Una delle caratteristiche più interessanti di 2Checkout è che puoi usarlo come carrello in hosting, senza la necessità di integrarlo in una piattaforma e-commerce esterna. Questo, soprattutto se sei all’inizio, potrebbe essere un bel vantaggio da tenere presente per far fronte alle spese.

Ed ecco, anche in questo caso, i prezzi con tre diversi piani: “2Sell”: modo facile e semplice per vendere a livello globale; 3.5% + 30 ¢ per transazione; “2Subscribe”: per attività in abbonamento; 4.5% + 40 ¢ per transazione; “2Monetize”: soluzione all-in-one per vendere beni digitali a livello globale; 6% + 50 ¢ per transazione.

Se pensi che sia costoso, non hai torto ma considera che gli ultimi due pacchetti ti danno un numero di funzionalità aggiuntive che facilitano le tue operazioni in pochi step.

Gateway di pagamento per e-commerce

Scegliere un gateway di pagamento per il tuo e-commerce è una scelta molto delicata e importante che determinerà la facilità con la quale riuscirai a gestire le tue transazioni e soprattutto la semplicità con cui i tuoi clienti potranno concludere gli acquisti.

Se stai creando adesso il tuo e-commerce, ti consigliamo di scegliere una piattaforma che supporti più scelte per darti modo di valutare con esattezza quella migliore per te. Se invece già gestisci un e-commerce, questo articolo ti aiuterà a vagliare nuove opzioni da integrare nel tuo shop online per renderlo ancora più competitivo.

Condividi l'articolo
Eleonora Pellegrini

Scritto da:

Eleonora Pellegrini

Copywriter

Creo spazi fatti di parole dove i progetti più ambiziosi si raccontano con chiarezza.

Illustrazione di:

Emily Bielski

Communication Designer and Illustrator

Emily Bielski is an illustrator from the Midwestern United States. She is currently working towards her MFA in Illustration and Visual Culture from Washington University in St. Louis.

Emily Bielski

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.