Corrieri, Spedire online

Elisabetta Galassi /

Come risparmiare sulle spedizioni

La spedizione è un elemento chiave per un’azienda di e-commerce che vende beni materiali. L’incidenza delle spese di spedizione sul profitto può fare veramente la differenza in termini di redditività per il raggiungimento o meno del successo di un negozio e-commerce. Per questo risparmiare sulle spedizioni senza perdere in qualità è uno degli obiettivi su cui dovresti focalizzarti se hai un’azienda che vende online.

Come risparmiare sulle spedizioni

illustrazione di Francesco Zorzi

Il mercato da questo punto di vista è diventato sempre più competitivo. Da una parte la crescita dell’e-commerce ha determinato un’aumento della richiesta di spedizioni, così da determinare un graduale aumento dei prezzi. Dall’altra ci sono le grandi piattaforme online, che alzano continuamente l’asticella in favore di una spedizione gratuita e sempre più rapida. 

Secondo il Baymard Institute, specializzato in ricerche sulla UX e sull’usabilità degli e-commerce, quasi la metà dei clienti dei siti online abbandona il carrello quando considera troppo alti i costi aggiuntivi, tra cui le spese di spedizione.

Di conseguenza un negozio e-commerce ha la necessità di trovare il modo di risparmiare il più possibile sulle spedizioni. Se vorrai offrire la spedizione gratuita dovrai includere nel prezzo totale del prodotto il costo della spedizione in modo da non farlo percepire al cliente; oppure dovrai abbassare il costo della spedizione in modo da rendere l’acquisto il più possibile appetibile per l’utente. 

In questo articolo ti spiegheremo le strategie per risparmiare sui costi di spedizione, dal packaging alla scelta del corriere, dal tipo di consegna alla stampa delle etichette.

Come spedire un pacco con pochi soldi?

Il processo di spedizione è complesso ed è composto da diversi costi, che sommati concorrono a determinare il prezzo finale. Per studiare una strategia di risparmio sulle spedizioni dovrai tener conto di tutti questi fattori, che insieme determinano la variabilità del costo totale della spedizione. 

Tra questi ci sono le dimensioni dei prodotti da spedire, il peso e le dimensioni del pacco, i tempi di consegna, l’assicurazione in caso di oggetti di valore, la distanza della destinazione. 

Spedire un pacco con pochi soldi vuol dire agire su ciascuna di queste variabili, o meglio su quelle che puoi controllare. Se naturalmente ci sono elementi che non puoi modificare, come la dimensione dell’oggetto da spedire, hai tuttavia il controllo sul packaging e puoi ridurne il peso e le dimensioni.

Puoi ugualmente intervenire sulla scelta del corriere, negoziando la tariffa più conveniente soprattutto se il tuo e-commerce sviluppa un alto volume di traffico, o coprire le spese di spedizione offrendo la consegna gratuita al cliente a determinate condizioni, come il raggiungimento di una soglia minima di spesa o l’acquisto di determinati prodotti.

12 modi per risparmiare sui costi di spedizione

Ecco 12 suggerimenti che ti aiuteranno a risparmiare sui costi di spedizione. Basterà che tu ne metta in pratica anche solo alcuni, quelli più adatti alla tua attività, per risparmiare e aumentare la redditività del tuo e-commerce.

1. Riduci il peso dei pacchi

Nelle spedizioni il peso è denaro. Maggiore è il peso effettivo del pacco, maggiore sarà il costo della spedizione.

Ecco perché l’imballaggio leggero è utile per risparmiare sulle spedizioni e migliorare i margini di profitto. Anche solo pochi centesimi in meno a pacchetto, moltiplicati per il numero di pacchetti possono aumentare notevolmente il tuo margine di profitto. 

Ecco come ridurre il peso di un pacco:

Imballa i prodotti in scatole di cartone ondulato. Questo tipo di imballaggio, che presenta piccole scanalature piene d’aria tra lo strato interno ed esterno della scatola, è più più resistente e leggero delle normali scatole di cartone. 

Usa materiale da imballaggio leggero: pluriball, fogli di plastica a bolle d’aria, carta da imballaggio, inserti in schiuma, rotoli di ovatta. 

Adatta il pacco al prodotto. Più il pacco da spedire corrisponde alla forma e alle dimensioni dei tuoi articoli, minore sarà il materiale di imballaggio di cui avrai bisogno.

Se devi spedire oggetti molto pesanti, controlla se il corriere offre tariffe a prezzo fisso indipendenti dal peso o dal valore dell’oggetto spedito.

2. Ottimizza e riduci le dimensioni dell’imballaggio

Un altro modo per risparmiare sulle spedizioni è quello di ottimizzare le dimensioni del pacco, adattando il più possibile l’imballaggio all’oggetto da spedire.

Il costo di spedizione dipende infatti dalle dimensioni oltre che dal peso del pacco. Il cartone è un materiale pesante e dovrai cercare di usarne il meno possibile per l’imballaggio. 

Non solo: alcuni corrieri calcolano il costo della spedizione in base al peso volumetrico, che dipende dal volume del pacco. Generalmente si utilizza un coefficiente che prevede che 1 metro cubo pesi circa 200 kg e 300 kg. Ecco un altro buon motivo per ottimizzare e ridurre le dimensioni dell’imballaggio.

Non tutti sanno inoltre che molti corrieri offrono imballaggi gratuiti a fronte di spedizioni in classi di posta specifiche: una ricerca mirata per cercare un’offerta adatta alla tua tipologia di spedizioni potrebbe farti facilmente risparmiare denaro.

Misura i tuoi prodotti e calcola quanti ne invii contemporaneamente: se conosci quale tipo e dimensione di imballaggio usi più spesso, per risparmiare sulle spedizioni puoi anche acquistarne una grande quantità all’ingrosso.

3. Usa le buste postali al posto delle scatole di cartone

Spedire prodotti piccoli e non fragili come vestiti, libri, cancelleria o altri piccoli oggetti in una busta postale o in un sacchetto di plastica è generalmente molto più conveniente rispetto all’imballaggio in una scatola rigida. Le buste e i sacchetti hanno minori costi di spedizione perché occupano meno spazio sui camion per le consegne. Inoltre potrai risparmiare anche sui materiali di imballaggio.

4. Utilizza l’imballaggio del corriere

Può essere conveniente utilizzare l’imballaggio del corriere per risparmiare sulle spese di spedizione. I vettori infatti a volte promuovono offerte per l’acquisto di scatole e buste per l’imballaggio o le offrono gratuitamente. Puoi acquistare dai corrieri anche forniture di pluriball, fogli di plastica a bolle d’aria e buste di plastica.

5. Calcola tutti i costi di spedizione

Prima di decidere il costo di spedizione da addebitare ai tuoi clienti, calcola bene tutte le spese comprese nel prezzo del corriere. Potrebbero esserci spese aggiuntive rispetto a quelle standard, come supplementi carburante, spese di firma e spese di consegna nel weekend, che dovresti sostenere tu stesso se non le includerai nel prezzo finale di spedizione per il cliente.

6. Stampa l’etichetta a casa

Stampa direttamente le etichette di spedizione dal tuo computer: risparmierai tempo e denaro. Alcuni corrieri offrono un software che si integra con il tuo per semplificare il processo. Se poi sei cliente di isendu, avrai la possibilità di stampare etichette e lettere di vettura per ciascun corriere direttamente da un’unica dashboard.

7. Usa la spedizione forfettaria quando possibile

L’organizzazione e i prezzi dei container di spedizione cambiano continuamente e per te potrebbe essere difficile studiare la soluzione migliore di volta in volta. 

Sempre più aziende di e-commerce scelgono una soluzione con prezzo a forfait per risparmiare sui costi di spedizione.

In questo modo i costi di invio dei pacchi saranno indipendenti dal peso, dalla forma o dalle dimensioni dell’articolo. Perché scegliere il costo a forfait per la spedizione? Il vantaggio della spedizione forfettaria è di convertire i costi variabili in costi fissi e di prevedere con esattezza il costo della spedizione.

8. Negozia le tariffe

I corrieri offrono sconti sui prezzi di listino anche alle aziende che non spediscono migliaia di ordini al mese. Certo la tua forza contrattuale sarà direttamente proporzionale al volume di ordini garantiti, ma puoi provare a negoziare uno sconto in cambio della tua  fedeltà al corriere, a condizione però che il servizio per i costi inferiori non influisca sulla qualità o sui tempi di consegna.

Negozia gli sconti con più corrieri per garantirti l’offerta migliore. In questo modo i corrieri potrebbero ridurti le tariffe pur di non farti passare alla concorrenza.

9. Richiedi i rimborsi quando dovuti

Sapevi che le politiche di garanzia di rimborso dei corrieri sulle spedizioni arrivate in ritardo ti garantiscono spesso un rimborso completo, anche se la spedizione è in ritardo di poche ore? Certo, dovrai avviare il processo di richiesta di rimborso entro alcuni giorni, ma vale la pena di farlo se questo ti permette di risparmiare sulle spedizioni.

10. Scegli le spedizioni prepagate

La spedizione prepagata può farti risparmiare fino al 20% sui costi di spedizione, semplicemente acquistando un certo numero di etichette di spedizione in anticipo. In tal modo risparmiarerai sia soldi che tempo, ma a condizione che tu spedisca in modo costante pacchi della stessa dimensione e dello stesso peso e quindi conosca in anticipo i costi di spedizione.

11. Monitora le variazioni delle tariffe

Rimani aggiornato sulle modifiche dei prezzi in modo da non farti cogliere di sorpresa dagli aumenti di prezzo dovuti all’adeguamento del carburante o al costo della manodopera. In particolare, controlla le variazioni di prezzo dei all’inizio dell’anno, quando è più probabile che si verifichino delle variazioni.

Sui siti dei corrieri ci sono calcolatori automatici con cui puoi farti un’idea dei prezzi delle spedizioni, ad esempio ecco il Calcolatore spedizioni UPS e il Calcolatore spedizioni FedEx.

12. Assicura presso terzi

Un altro modo per risparmiare sui costi di spedizione è ridurre i servizi extra, come ad esempio la spedizione assicurata. Generalmente gli assicuratori di pacchi di terze parti sono più economici rispetto all’assicurazione offerta dal tuo corriere, quindi valuta bene la tariffa migliore.

Come risparmiare sulle spedizioni internazionali

Secondo un’indagine della Banca d’Italia sui trasporti internazionali di merci, i costi di trasporto da e per l’Italia sono saliti durante la pandemia. Nel quadro del costante aumento del traffico delle spedizioni generate dall’e-commerce, se hai un’azienda online è particolarmente importante sapere come risparmiare sulle spedizioni internazionali, per non rischiare di erodere gran parte del profitti generato dai prodotti che spedisci all’estero.

Sotto alcuni aspetti valgono alcuni dei consigli che ti abbiamo citato in precedenza. Ad esempio, conviene utilizzare materiali economici ma resistenti per l’imballaggio. Soprattutto dovrai ridurre il più possibile il peso, il volume e le dimensioni dei pacchi, considerato che per le spedizioni internazionali un errore di valutazione su questi aspetti potrebbe costare caro. 

Per spedire all’estero sarà utile inoltre una ricerca dei corrieri più adatti alla tua spedizione e al tuo target. Ad esempio, a clienti che vogliono risparmiare il più possibile puoi offrire una spedizione economica ma più lenta di quella standard.

Le spedizioni internazionali sono tuttavia più complesse rispetto a quelle che avvengono all’interno dello stesso Paese. La difficoltà maggiore risiede nei possibili problemi dovuti a costi extra di giacenza, di blocco in dogana, di reso. Per evitare problemi e aggravi indesiderati dovrai fare un check molto attento dei documenti necessari per la spedizione, soprattutto nel caso di Paesi extra-UE. 

Per spedizioni fuori dall’Europa infatti ti verranno richiesti molti documenti, tra cui i tuoi dati fiscali, i documenti di origine del prodotto, la bolla di accompagnamento, la fattura, la dichiarazione di libera esportazione. Risparmiare sulle spedizioni internazionali vuol dire in questo caso compilare con la massima precisione tutti i documenti richiesti.

Condividi l'articolo
Elisabetta Galassi

Scritto da:

Elisabetta Galassi

Copywriter

Una vita di forma e contenuti, con una passione tech.

Illustrazione di:

Francesco Zorzi

Illustratore, Visual Designer, Direttore Creativo

Illustratore, visual designer, direttore creativo con un background multidisciplinare in architettura e grafica, si divide fra Firenze e New York. I suoi lavori vengono pubblicati su giornali e riviste come The Wall Street Journal, The Boston Globe, AdAge, La Stampa tra gli altri. È creative director di isendu, di cui ha curato il progetto di redesign.

Francesco Zorzi

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.