Crescita, E-commerce marketing

Anna Rachele Capolingua /

5 strategie di email marketing efficaci nel 2023

Quali sono le strategie di email marketing più efficaci per il 2023 e vale ancora la pena investire in questo strumento di advertising?

5 strategie di email marketing efficaci nel 2023

illustrazione di Francesco Zorzi

Ragioniamo insieme con questo articolo sulla risposta. 

Quando pensiamo all’email marketing ci vengono in mente le campagne aggressive e commerciali che riempiono ogni giorno le nostre inbox di offerte e sconti (di cui, di solito, ci importa davvero poco). 

Se, da un lato, a molti questo strumento fa storcere il naso, esso si conferma – anche per il 2023 – uno dei canali di marketing digitale più efficaci per convertire le proprie community in clienti. 

Vediamo insieme qualche dato.

Secondo McKinsey l’email marketing è 40 volte più efficace dei social network per ottenere nuovi clienti e offre un tasso di conversione del 17% più alto; la Direct Marketing Association ci dice che le newsletter hanno un ROI stimato del 4.300 per cento. Ogni euro speso per l’email marketing offre un ritorno di 44 euro. 

Per iniziare a ottenere risultati, però, dobbiamo scrivere email interessanti per il nostro target, così da far emergere il nostro brand nel mare di comunicazioni commerciali e invasive che riempiono le loro inbox e offrire contenuti davvero interessanti per loro. 

Cos’è email marketing 

Prima di comprendere tutti i benefici di questo strumento di marketing, è bene far chiarezza e rispondere alla domanda: “cos’è l’email marketing?” 

La definizione di email marketing più accurata potrebbe essere: l’email marketing è una forma di marketing diretto che si serve della posta elettronica per veicolare messaggi, commerciali e non solo, in modo diretto e personalizzato, a una lista di contatti composta da potenziali consumatori. L’obiettivo è quello di guidare le vendite, aumentare la fidelizzazione dei clienti o comunicare informazioni importanti.

Si tratta di un’evoluzione, in termini tecnici e di contenuto, delle vecchie lettere di vendita, utilizzate nel marketing tradizionale. 

Le migliori strategie di email marketing

Per fare email marketing è necessario mettere in atto alcuni accorgimenti, definire e mettere in pratica delle precise strategie che ci aiutano a trasformare i nostri contatti in clienti fidelizzati. 

Eccone alcune interessanti ed efficaci da mettere in pratica sin da subito. 

1. List segmentation per comunicazioni più efficaci

Segmentare, segmentare, segmentare. Questo è ciò che consigliano gli esperti di email marketing per aumentare i tassi di conversione delle campagne. 

Perché? Le attività di list segmentation ti permette di personalizzare al massimo i tuoi messaggi in base alle esigenze dei tuoi contatti e offrire loro esattamente le informazioni di cui hanno bisogno. 

Puoi segmentare la tua lista secondo diversi criteri: 

  • Caratteristiche demografiche;
  • Preferenze o azioni rispetto al prodotto che vendi;
  • Interessi personali;
  • Fonte di provenienza o form di iscrizione;
  • Punto del funnel di vendita nel quale si trovano;

E tutti i criteri che ti vengono in mente per creare dei sottogruppi omogenei divisi per caratteristiche precise. 

2. Evita i filtri anti-spam

Puoi impegnarti a scrivere l’email più efficace mai ideata, la grafica più accattivante e il testo più coinvolgente… Ma se finisce nello spam, non la vedrà mai nessuno! 

Sappi che oltre il 49,7% delle email inviate finisce nello spam. Per questo motivo puoi mettere in atto qualche piccolo accorgimento per evitare che la tua newsletter non venga identificata come spazzatura dai filtri anti-spam. 

  • Presta attenzione alle spam words, una lista di termini che, se presenti nell’oggetto dell’email, portano la tua comunicazione a essere immediatamente identificata come spam. Questa lista di parole è in costante cambiamento, quindi cerca di tenerla sempre d’occhio. 
  • Assicurati di avere tutto perfettamente a norma per quanto riguarda il GDPR e il consenso al trattamento dei dati personali dei tuoi contatti. 
  • Offri la possibilità di discriversi facilmente dalla newsletter

3. Attenzione al pre-header

Il pre-header è il brevissimo testo che appare accanto all’oggetto dell’email, visibile nell’anteprima, quando l’utente la riceve nella sua inbox. 

Si tratta del primo elemento che viene notato insieme all’oggetto e, per questo, merita molta attenzione. 

Questa piccola frase può, infetti, avere un impatto rilevante nei tassi di open rate delle tue campagne di email marketing

Per scriverlo davvero bene, prova a utilizzarlo per dare contesto al resto degli elementi o per personalizzare la tua email oppure, ancora, per sottolineare i benefici dell’apertura di quella newsletter. 

Ricorda sempre di fare degli A/B test per capire cosa funziona e cosa non funziona nelle tue email.

4. Sfrutta le automazioni

Occuparsi di email advertising richiede impegno, attenzione e tempo. Non tutti i business hanno le risorse (umane ed economiche) per gestire al meglio questo tipo di attività di marketing.

Una delle strategie vincenti è ridurre il carico di lavoro rendendo automatico l’invio di alcune newsletter. 

Si possono inviare comunicazioni in automatico quando un utente compie una determinata azione (come per esempio l’email di benvenuto al momento dell’iscrizione) oppure per tenerlo aggiornato sullo stato della sua spedizione (le cosiddette email transazionali) oppure, ancora, si possono inviare delle sequenze di email commerciali, pensati per guidare passo passo l’utente verso l’acquisto. 

5. Scegli il servizio di email marketing adatto a te

Oggi, nel mercato, sono presti servizi di email marketing adatti a ogni esigenza o tasca. Servizi gratuiti, semplici da usare, economici, complessi o molto costosi. 

La scelta del servizio dipende molto dalle esigenze del tuo business e dalle tue strategie di comunicazione.

Per scegliere al meglio cerca di trovare una risposta a queste domande: 

  • Quanti iscritti ha la tua newsletter?
  • Quanto spesso invii le tue comunicazioni? 
  • Che tipo di contenuti invii di solito? 
  • Che azione sto chiedendo ai miei lettori? 
  • Hai bisogno di sequenze automatiche?
  • Quanto sono complesse queste sequenze? 

Non limitarti a seguire le mode e scegliere le soluzioni più di moda o diffuse in questo momento. 

Isendu ti offre molte possibilità per gestire al meglio le tue campagne di email marketing, fra tutte, quella di inviare aggiornamenti automatici sull’ordine e di automatizzare le comunicazioni con i tuoi clienti. Scopri tutte le funzionalità e inizia a migliorare le tue vendite con questo strumento. 

Condividi l'articolo
Anna Rachele Capolingua

Scritto da:

Anna Rachele Capolingua

Copywriter

Copywriter per business gentili, siciliana, founder di Cavalieri Digitali e Sintagma.

Illustrazione di:

Francesco Zorzi

Illustratore, Visual Designer, Direttore Creativo

Illustratore, visual designer, direttore creativo con un background multidisciplinare in architettura e grafica, si divide fra Firenze e New York. I suoi lavori vengono pubblicati su giornali e riviste come The Wall Street Journal, The Boston Globe, AdAge, La Stampa tra gli altri. È creative director di isendu, di cui ha curato il progetto di redesign.

Francesco Zorzi

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.