Export, Spedire online

Riccardo Esposito /

Spedire in America: guida completa per inviare pacchi negli stati uniti

Spedire in America, negli USA, è un passaggio chiave per far decollare il commercio internazionale del tuo e-commerce. Infatti, uno dei vantaggi sostanziali di questa soluzione, quindi dell’aprire un negozio online, è proprio questo: l’universalità.

Spedire in America: guida completa per inviare pacchi negli stati uniti

illustrazione di Nicola Giorgio

Puoi raggiungere, in modo relativamente semplice, ogni singolo individuo presente sul globo terrestre.. Ma per farlo in modo efficace devi poter contare su una logistica invidiabile, non basta avere pagine web che si posizionano bene su Google.com.

Sai che il servizio di tracciamento e consegna dei pacchi è fondamentale e che le persone sono sempre più abituate a ricevere la merce acquistata online in tempi rapidi, senza intoppi e con tutte le attenzioni possibili. Allora, come spedire negli Stati Uniti?

Da leggere: come gestire la logistica di un e-commerce

Perché devi spedire in America?

Iniziamo a considerare, prima di tutto, le motivazioni che dovrebbero spingerti a valutare questo passo. Per quale motivo dovresti puntare verso questo sforzo logistico?

Semplice, gli Stati Uniti sono un mercato enorme, un bacino di potenziali clienti con una caratteristica essenziale: amano acquistare online. Ecco qualche dato chiaro sul tema:

We expect US e-commerce sales will cross $1 trillion for the first time in 2022. Prior to the pandemic, we did not forecast e-commerce reaching this milestone until 2024.

insiderintelligence.com/ecommerce-industry-statistics

Gli esperti di prevedono che le vendite attraverso e-commerce negli Stati Uniti supereranno per la prima volta 1 miliardo di dollari nel 2022. Prima della pandemia legata al Covid-19, questi numeri non erano attesi fino al 2024. Tutto a causa del Coronavirus?

In parte i vari lockdown hanno influenzato le vendite su internet ma è sicuramente vero che gli USA sono, da sempre, apripista nelle tendenze di mercato. Tanto che le vendite di e-commerce al dettaglio negli Stati Uniti aumenteranno del 16,1%, raggiungendo 1,06 miliardi di dollari nel 2022. E tutto ciò non riguarda solo il mercato B2B.

Le statistiche sull’e-commerce nel settore business-to-business (B2B) mostrano una crescita continua nel 2022. Anche perché aprire un negozio online vuol dire ridurre alcune spese, semplificare gli acquisti, gestire meglio i fornitori e aumentare le vendite.

Tutto questo è il mercato e-commerce in USA. Non è un buon motivo per spedire in America? Ecco 5 aspetti fondamentali per muovere i primi passi nella giusta direzione.

Come spedire un pacco in America

Per inviare un prodotto in USA la soluzione è quasi vincolata: devi affidarti a un servizio specializzato. Questo è il modo migliore per risolvere questa necessità, se sfrutti le competenze e gli strumenti di un corriere specializzato puoi ottenere uno dei vantaggi decisivi: l’abbattimento dei tempi necessari per far arrivare un collo a destinazione.

Come puoi immaginare, i giorni per ricevere il pacco a casa devono essere minimi e solo grazie a un corriere espresso internazionale puoi abbattere i tempi per spedire in USA e rispettare una delle regole chiave per gestire un e-commerce di successo.

infografica
Graph – When do shoppers receive online packages?

Grazie a questo grafico di Reuters noti che le persone si aspettano di ricevere il pacco massimo entro 2 o 3 giorni. Forse le spedizioni Italia – Stati Uniti saranno un po’ più lunghe ma il tuo compito è quello di ottimizzare il processo. Ecco come fare.

Servizio per spedizioni negli USA

Chiaramente uno dei punti essenziali per spedire in America e far decollare il tuo business online: scegliere il corriere ideale per gestire le spedizioni.

Non puoi certo pensare di andare alla Posta e confezionare un pacco da spedire con l’invio internazionale per ogni prodotto venduto, vero? Avere al proprio fianco un servizio di spedizioni internazionali professionale è il passaggio decisivo per rispondere a tutte le principali esigenze in termini di efficienza, tempestività, competenza e risparmio. Per approfondire, ecco qualche tutorial che ti spiega come spedire con:

Documenti per spedire in America

Primo passo per spedire pacco in USA: la documentazione. Tutto è molto diverso rispetto all’Unione Europea dove le regole sono meno restrittive per chi vende online e spedisce la propria merce ai clienti. Per le vendite negli Stati Uniti (ma anche per le spedizioni America – Italia) è necessaria qualche attenzione in più. Servono:

  • Invoice, fattura commerciale.
  • Lettera di vettura (AWB).
  • Dichiarazione di libera esportazione.
  • Partita IVA o codice fiscale.

Alcuni documenti per spedire negli USA sono prodotti dal corriere (tipo la lettera di vettura definita anche etichetta di spedizione. Il resto è tuo compito compilare e allegare. Lo stesso deve essere fatto per i resi, attenzione alle politiche che stabilisci.

Un dettaglio importante: ricorda di applicare la lettera di vettura, nota come bolla di accompagnamento, sulla parte alta della scatola in modo che non si rovini. Questo elemento deve essere sempre ben visibile e con i riferimenti ben chiari.

Cosa non posso spedire in America

Per spedire un pacco negli Stati Uniti devi anche considerare un punto essenziale: ci sono dei limiti rispetto a ciò che puoi inviare. O che almeno puoi mandare senza particolari difficoltà. A parte ciò che puoi tranquillamente immaginare, tipo armi e sostanze stupefacenti, cosa non è possibile spedire negli Stati Uniti?

Ci sono molte restrizioni sugli alimenti e derivati come integratori. Perché in passato ci sono stati diversi problemi di bio-terrorismo quindi gli USA adottano un protocollo molto rigido. In sintesi: puoi esportare anche gli alimenti ma prima devi registrarti all’FDA. Questo passaggio è necessario per tutte le attività che producono, confezionano e vendo alimenti con l’obiettivo di vendere negli Stati Uniti d’America.

In buona sintesi, c’è il divieto assoluto di proporre e spedire in America bevande e cibi che deperiscono rapidamente a meno che non sia stato seguito l’iter indicato dalla FDA. Ovvero l’ente governativo US Food and Drug Administration.

Spedire in America: costi

La spedizione Italia – America, ovviamente, ha un prezzo che deve essere valutato a monte. Altrimenti rischi di far saltare il tuo piano per aggredire il mercato Yankee.

Offrire la spedizione gratuita è uno dei modi migliori per ridurre l’abbandono del carrello e aumentare le conversioni. Ma se già è difficile attivare questo processo per il territorio italiano, diventa ancora più complesso gestire i corrieri USA a costo zero.

Abbiamo già scritto una guida che illustra quanto costa spedire in America un pacco, con una nota specifica rivolta ai costi per spedire in America e in tutti i paesi extra UE.

I prezzi cambiano in base all’operatore che scegli, ma il consiglio è questo: piuttosto che puntare su un servizio economico trova il modo per distribuire il surplus legato all’attività di spedizione professionale negli USA. Come, ad esempio, invio gratis per chi acquista oltre una determinata soglia o un programma fedeltà dedicato ai clienti costanti.

Senza dimenticare che puoi abbattere spese extra riducendo incidenti di percorso legati a imballaggi poco strutturati, resi che si possono evitare o errori di indirizzo.

Da leggere: scegliere il corriere giusto per il tuo e-commerce 

Spedire negli Stati Uniti in economia

Spedire all’estero può sembrare un’impresa se si vuole risparmiare. Esistono dei corrieri convenienti con tariffe per spedire negli Stati Uniti in modo economico.

Ad esempio UPS, FedEX e DHL riescono a garantire spedizioni negli Stati Uniti economiche rispetto ad altri competitor. Ma ricorda che è sempre utile avere un programma per automatizzare e ottimizzare le spedizioni come isendu. Vuoi scoprire perché?

Condividi l'articolo
Riccardo Esposito

Scritto da:

Riccardo Esposito

Web copywriter

Lavoro ogni giorno con articoli e pagine web, scrivo contenuti per blog aziendali di aziende e startup. Curo My Social Web e scrivo libri dedicati al mondo della comunicazione scritta sul web.

Illustrazione di:

Nicola Giorgio

Freelance illustrator / graphic designer

Nicola Giorgio è un illustratore freelance con base a Firenze. È parte di Muttnik, collettivo che si occupa di progetti di comunicazione visiva e di illustrazione con particolare attenzione nei confronti delle realtà culturali, espositive e aziendali. Di recente ha fondato La Sedia Blu, associazione che si occupa di promozione alla lettura, attività laboratoriali, corsi di formazione e eventi legati al mondo della letteratura per bambini e ragazzi.

Nicola Giorgio

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.